Sapevate che i cedri della Calabria vengono usati in una festa ebraica?

Ogni estate, i rabbini di molte comunità israelitiche di tutto il mondo giungono sulla riviera calabra, nella zona di Praia a Mare, per scegliere con estremo scrupolo i migliori frutti della tipica coltura locale, il cedro, indispensabili al Sukkot (Festa delle Capanne), che si celebra nella prima quindicina di ottobre. Questa festa ha origine agricola e celebra la fine del raccolto con la costruzione di una capanna all’aperto a ricordo dell’Esodo dall’Egitto. Il rito, che dura una settimana escluso il sabato, prevede che si debba agitare un mazzetto, tenuto nella destra, composto da un ramo di palma da datteri, due rami di salice di fiume e tre rami di mirto, mentre nella sinistra viene tenuto un cedro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...