Un nuovo elemento, il 115, denominato Ununpentium, potrebbe essere incluso nella Tavola periodica degli elementi

La tavola periodica degli elementi è cresciuta da quando è stata pubblicata la prima versione da Dmitri Mendeleev nel 1869. E ora gli scienziati in Svezia suggeriscono che è arrivato il momento di aggiungere un ulteriore elemento alla tabella.
Una nuova ricerca conferma l’esistenza di un elemento super- pesante, radioattivo, con numero atomico 115. Il suo nome provvisorio è Ununpentium (Uup), dato che l’elemento deve ancora essere denominato formalmente. La ricerca è stata condotta presso l’impianto dell’acceleratore GSI che si trova nei pressi di Darmstadt, in Germania, i cui scienziati sono già noti per aver scoperto altri sei nuovi elementi a partire dai primi anni ’80 del secolo scorso.
Questo è stato un esperimento di grande successo ed è uno dei più importanti degli ultimi anni nel settore.” ha detto in una dichiarazione scritta il ricercatore, Dr. Dirk Rudolph, professore di fisica presso l’Università di Lund, in Svezia.
Le prove dell’esistenza del’elemento 115 sono state scoperte dagli scienziati russi nel 2004. Ulteriori ricerche ora confermano che il numero atomico dell’elemento (il numero di protoni nel nucleo di un atomo della sostanza) è di 115, (relazioni della BBC News).
Il Dr. Rudolph e il suo team hanno sintetizzato l’elemento 115 facendo collidere ioni di calcio (con 20 protoni) contro un film di americio, un elemento radioattivo con 95 protoni. Gli elementi super-pesanti come l’Ununpentium decadono rapidamente, così il team ha misurato i fotoni (particelle di luce) rilasciati dal decadimento del campione. Hanno confermato che l’energia dei fotoni corrispondeva con l’attesa “impronta” radioattiva dell’elemento.
Se aggiunto alla tavola periodica, l’elemento 115 andrebbe a raggiungere i suoi vicini di recente denominati: il livermorium e il flerovium (elementi 114 e 116), che si sono aggiunti alla tabella nel 2011.
Le nuove prove dell’esistenza dell’elemento 115 saranno pubblicate sulla rivista scientifica Physical Review Letters il 27 agosto 2013. Un comitato internazionale di fisici e chimici esaminerà i risultati per stabilire se le prove siano sufficienti a confermare l’esistenza dell’elemento, o se saranno necessari ulteriori esperimenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...