Perché il vino rosso fa bene al cervello?

L’uva, soprattutto quella rossa, contiene una sostanza che protegge i neuroni, il resveratrolo, che combatte la degenerazione delle cellule cerebrali e, quindi, contrasta malattie come l’Alzheimer e il Parkinson. Con l’avanzare dell’età, per cause ereditarie, le cellule nervose vanno incontro a processi di ossidazione, perdendo a poco a poco le diramazioni che le collegano tra loro. A questo processo distruttivo si oppone un enzima, chiamato mapchinase. Il resveratrolo ha il merito di aumentare nelle cellule la concentrazione ti tale enzima, e quindi, di accrescere le difese naturali dell’organismo. La dose ideale consiste in due bicchieri al giorno per l’uomo, uno e mezzo per la donna. Un’eccessiva quantità di vino è tossica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...