Il lago alcalino che trasforma gli animali in statue

Link al quale vedere le foto

Nel 2011, quando era in viaggio per scattare delle foto per un nuovo libro sulla fauna in via di estinzione dell’Africa orientale, “Across the ravaged land“, il fotografo Nick Brandt si è imbattuto in un luogo veramente sorprendente: un lago naturale che trasforma, apparentemente, tutti i tipi di animali in pietra.
Quando ho visto quelle creature per la prima volta a fianco del lago, sono rimasto letteralmente a bocca aperta“, dice Brandt. “L’idea che mi è subito venuta in mente, è stata quella di ritrarli come se fossero vivi.

Lo spettrale Lago Natron, situato nel nord della Tanzania, è un lago salato, il che significa che l’acqua vi affluisce, ma non ne esce, e può sfuggire solo evaporando. Nel corso del tempo, man mano che l’acqua evaporava, lasciava dietro di se alte concentrazioni di sale e altri minerali, come nel Mar Morto e nel Grande Lago Salato dello Utah.

A differenza di questi altri laghi, però, il Lago Natron è estremamente alcalino, a causa dell’elevata quantità di sale natron (una miscela di carbonato di sodio e bicarbonato di sodio) presente in acqua. Il PH dell’acqua è stato misurato in 10.5 – alto quasi come quello dell’ammoniaca. “E’ così alto che sarebbe in grado di sciogliere l’inchiostro dalle mie scatole di pellicola Kodak nel giro di pochi secondi“, dice Brandt.

Come ci si potrebbe aspettare, poche creature vivono nelle sue acque, che possono raggiungere i 140 gradi Fahreinheit (60 gradi Celsius): è presente una sola specie di pesce (Alcolapia latilabris), un po’ di alghe e una colonia di fenicotteri che si nutre delle alghe e alcuni altri animali sulle rive.

Spesso, però, degli uccelli migratori cadono sulla superficie del lago. Brandt teorizza che le acque chimicamente dense e altamente riflettenti, agiscano come una porta a vetri, ingannando gli uccelli che finiscono per pensare che stanno volando attraverso lo spazio vuoto (non molto tempo fa, un pilota di elicottero è tragicamente caduto vittima della stessa illusione, e il suo velivolo si è schiantato ed è stato rapidamente corroso dalle acque del lago). Durante la stagione secca, ha scoperto Brandt, quando l’acqua si ritira, i cadaveri degli animali caduti nel lago, chimicamente conservati, emergono lungo la costa.

E’ stato incredibile. Ho visto interi stormi di uccelli morti portati a riva tutti insieme“, dice. “potresti letteralmente vedere, ad esempio, un centinaio di fringuelli emergere in un tratto di 50 yarde (45 metri).

Nel corso di circa tre settimane, Brandt ha lavorato con gente del posto per raccogliere alcuni degli esemplari più finemente conservati. “Pensavano che fossi assolutamente folle, un tizio bianco matto, che arriva offrendo denaro alle persone per andare a fare una caccia al tesoro intorno al lago in cerca di uccelli morti,” dice. “Quando, una volta, qualcuno si è presentato con un esemplare intero e ben conservato di Aquila dal collo bianco è stato straordinario.

Già il semplice venire a contatto con l’acqua è pericoloso. “E’ così caustica, che se hai anche il più piccolo taglio bagnarsi è molto doloroso,” dice. “Nessuno nuoterebbe mai in questo lago, sarebbe completamente da pazzi.”

Per la serie di foto, dal titolo “The Calcified”, descritta nel numero di New Scientist di questo mese, Brandt ha posto i corpi pietrificati in posizioni realistiche. “Ma i corpi stessi sono esattamente come sono stati trovati“, insiste. “Tutto quello che ho fatto è stato posizionarli sui rami, così com’erano, con i loro artigli resi rigidi dai sali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...