Curiosità a proposito di Otzi, l’uomo del Similaun.

Un resoconto scientifico ci dice che Ötzi, la mummia trovata sul ghiacciaio del Similaun, ha 19 parenti genetici che vivono tutt’oggi in Austria, ed è solo l’ ultima di una serie di scoperte sorprendenti che riguardano la famosa mummia del ghiaccio.
Nel 1991 il cadavere di Ötzi, un uomo vissuto 5.300 anni fa, fu rinvenuto al confine montano tra l’Austria e l’Italia. Ecco una carrellata delle ultime scoperte sulla più antica celebrità alpina del mondo, e alcune delle altre cose notevoli che abbiamo imparato a conoscere su Ötzi.

L’ Uomo venuto dal ghiaccio ha parenti viventi.

Legami di parentela tra Ötzi e delle persone viventi sono state rivelate da un nuovo studio del DNA. I genetisti hanno cercato in persone viventi i marcatori insoliti trovati sul cromosoma sessuale maschile di Ötzi ed hanno scoperto almeno 19 parenti genetici di Ötzi oggi viventi nella regione del Tirolo austriaco.

La ricerca è stata fatta su campioni di 3.700 donatori di sangue anonimi in uno studio condotto da Walther Parson alla Innsbruck Medical University. La condivisione di una rara mutazione nota come G-L91 , “ci dice che l’uomo venuto dal ghiaccio e quelle 19 persone hanno un antenato comune, che può aver vissuto da 10.000 a 12.000 anni fa“, ha detto Parson.

La scoperta supporta la ricerca precedente e suggerisce che Ötzi ed i suoi antenati erano degli agricoltori-allevatori. Lo studio ha utilizzato i marcatori del cromosoma Y che si passano di padre in figlio per tracciare le migrazioni neolitiche che hanno portato l’agricoltura in Europa attraverso le Alpi. Ötzi apparteneva a un gruppo chiamato aplogruppo G, che ha le sue radici, come l’agricoltura, in Medio Oriente.

Parson afferma che i risultati complessivi dello studio confermano l’idea che i cambiamenti della rivoluzione neolitica spinsero le persone verso ovest nella regione del Tirolo.

Ha avuto diversi problemi di salute .

Dalla scoperta di Ötzi in un ghiacciaio alpino più di due decenni fa, gli scienziati hanno sottoposto la sua mummia ad un controllo sanitario di tutto il corpo. L’elenco dei 40 problemi di salute riscontrati comprendono giunture consumate, arterie indurite, calcoli biliari, e una brutta escrescenza sul dito mignolo del piede (forse causata da congelamento).

Inoltre, l’intestino dell’uomo dei ghiacci conteneva le uova di vermi parassiti, aveva, probabilmente, la malattia di Lyme, e aveva allarmanti livelli di arsenico nel suo organismo (probabilmente a causa del lavoro con i minerali metallici dai quali si estrae il rame). Ötzi avrebbe avuto anche bisogno di un dentista. Un esame dentale approfondito ha trovato la prova di una malattia degenerativa avanzata delle gengive e delle carie. (Guarda il video : “Iceman Autopsy“.)

Nonostante tutto questo, e una ferita da freccia alla spalla, è stato un improvviso colpo alla testa che si è rivelato fatale per Ötzi.

Aveva delle anomalie anatomiche.

Oltre ai suoi disturbi fisici, l’uomo venuto dal ghiaccio aveva diverse anomalie anatomiche. Gli mancavano entrambi i denti del giudizio e la 12° coppia di costole. L’ uomo, inoltre, aveva anche un divario tra i suoi incisivi, conosciuto come diastema. Anche se è un punto controverso, alcuni ricercatori sospettano Ötzi avrebbe potuto essere infertile.

L’ Uomo dei ghiacci era tatuato.

La mummia congelata di Ötzi conserva una bella collezione di tatuaggi dell’età del rame. Oltre 50 in totale, che lo coprono dalla testa ai piedi. Questi non sono stati prodotti utilizzando un ago, ma mediante la pratica di tagli sottili nella pelle e sui quali veniva strofinanto del carbone. Il risultato fu una serie di linee e croci che si trovavano in prevalenza sulle parti del suo corpo che erano state soggette a danni o dove presumibilmente provava dolore, come le articolazioni e lungo la schiena. Questo ha portato alcuni ricercatori a credere che i tatuaggi contrassegnassero dei punti di agopuntura.

Se è così, Ötzi deve aver avuto bisogno di un sacco di trattamenti, il che, data la sua età e gli acciacchi, non è così sorprendente. Essendo la più antica testimonianza di agopuntura, i tatuaggi di Ötzi suggeriscono che la pratica è più antica di circa 2.000 anni rispetto a quanto si pensasse.

Ha consumato polline e carne di capra.

L’ultimo pasto di Ötzi ha servito un banchetto di informazioni agli studiosi. Il suo stomaco conteneva 30 diversi tipi di polline. L’analisi di tale polline mostra che Ötzi è morto in primavera o all’inizio dell’estate, e ha anche permesso ai ricercatori di tracciare i suoi movimenti attraverso le diverse altitudini della montagna poco prima di morire. Il suo ultimo pasto parzialmente digerito suggerisce che ha mangiato due ore prima della sua fine orribile. Esso comprendeva cereali e carne di stambecco, una capra selvatica. 

Fonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...