Perché si dice “è successo un Quarantotto”?

L’espressione “è successo un Quarantotto” vuol dire che un accadimento ha avuto un effetto tanto prorompente da scatenare ogni tipo di reazione. Il riferimento del modo di dire è alla data dal 1848, anno caratterizzato da rivolte e insurrezioni popolari, chiamate anche “Primavera dei popoli”, in molti paesi europei. Nella sola Italia vi furono rivolte a Palermo, Milano (le celebri Cinque Giornate), Venezia e Roma. Nel Regno di Sardegna, dopo i moti promossi dalla borghesia piemontese, Carlo Alberto concesse lo Statuto che fece da Costituzione anche nel Regno d’Italia. Scoppiarono moti insurrezionali anche a Parigi, Berlino, Londra, Vienna e Budapest.
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...