Del burro vecchio di 2000 anni è stato trovato in una palude dell’Irlanda.

Il pezzo di materiale ceroso di 22 chili è stato trovato a 12 piedi (3,5 metri) sotto terra ed è tecnicamente ancora commestibile.
Il Cavan County Museum ha annunciato che dei tagliatori di torba che lavoravano in un torbiera irlandese hanno portato alla luce un pezzo di burro vecchio di 2000 anni.
Il pezzo, 22 chili di materiale ceroso che puzza come un formaggio forte, è stato trovato a 12 piedi (3,5 metri) sotto la superficie vicino alla città di Drakerath, circa 50 miglia a nord di Dublino.
Secondo gli esperti, il burro palustre è ancora in ottime condizioni.
Le Torbiere hanno eccellenti proprietà conservative – bassa temperatura, bassa ossigenazione e ambiente altamente acido“, ha detto il rappresentante del museo in un comunicato.
E’ probabile che il burro fosse stato messo nella torbiera come dono agli dei, piuttosto che sepolto con l’obiettivo di preservarlo.
Andy Halpin del National Museum of Ireland, dove il burro è stato inviato per essere datato con il carbonio radioattivo e analizzato, ha detto che il prodotto cremoso probabilmente non era stato interrato con lo scopo di conservarlo.
Una sepoltura rituale appare più probabile dal momento che il burro non era confezionato quando è stato sepolto presso il sito.
Queste paludi in quei tempi erano inaccessibili, luoghi misteriosi“, ha detto Halpin a Press Association.
“Sono alla congiunzione di tre regni separati, e politicamente erano considerate come una terra di nessuno – che è dove tutto rimane sospeso”, ha aggiunto.
La scoperta non è insolita. Centinaia di confezioni di burro, alcune posizionate all’interno di scatole di legno, sono state recuperate dalle paludi irlandesi, insieme ad oggetti di legno eccezionalmente ben conservati, spade e ornamenti.
Tale conservazione è prodotta dalla chimica unica delle torbiere. La torba di sfagno cresce nel nulla della palude, incorpora il materiale sepolto e il freddo, l’ambiente acido e le condizioni di assenza di ossigeno neutralizzano i batteri, impedendo la decomposizione.
Il burro ritrovato è ancora commestibile, teoricamente.
Ma non vi consigliamo di degustarlo“, ha detto Halpin.

Fonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...