Perché il giorno più lungo non è anche il più caldo

2016 giugno, il solstizio è caduto il 20 giugno, ma, per noi nell’emisfero settentrionale, il clima più caldo dell’anno deve ancora venire. Il fenomeno di un clima più caldo successivo al solstizio d’estate che dura un mese o due è chiamato ‘ritardo delle stagioni’.
Si può capire visitando una spiaggia nel mese di giugno. Sulle spiagge dell’emisfero settentrionale, in questo periodo, si noterà come l’oceano sembri più freddo. O pensate alle cime delle montagne nel mese di giugno. Ghiaccio e neve ricoprono ancora il terreno su alcune cime più alte. Il sole deve sciogliere il ghiaccio – e riscaldare gli oceani – prima che si senta il calore estivo più soffocante.
Ecco perché il caldo è in ritardo rispetto al giorno più lungo dell’anno quando il sole è più alto.
Ad agosto, l’acqua dell’oceano su quella stessa spiaggia sarà molto più calda. E dalla linea della neve si intravedono le cime delle montagne. Ecco perché il clima più caldo arriva alcuni mesi dopo il giorno più lungo dell’anno. La terra e gli oceani semplicemente hanno bisogno di quei mesi in più per riscaldarsi – uno scienziato potrebbe dire per accumulare calore – dopo il freddo dell’inverno.
Nel sud del mondo ora, si sta verificando lo stesso fenomeno, ma, lì, il ritardo delle stagioni sta ritardando il tempo più freddo dell’anno. Il solstizio di giugno, per l’emisfero meridionale è il solstizio d’inverno. Il tempo più freddo si sentirà in luglio e agosto, perché la terra e gli oceani in quella parte del mondo necessitano di qualche settimana in più per perdere il calore immagazzinato.
Conclusioni: Il solstizio d’estate determina l’altezza del sole, ma le temperature più calde arrivano un mese o due più tardi. Questo perché la terra e gli oceani devono riscaldarsi, prima che il caldo estivo possa iniziare veramente. Questo fenomeno è chiamato il ritardo delle stagioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...