Il DNA antico rintraccia la Morte Nera nella regione del Volga in Russia

Nel XIV secolo, la Morte Nera spazzò via fino al 60% della popolazione europea, diffondendosi rapidamente dalle rive del Mar Nero all’Europa centrale. Sebbene i documenti storici documentino per la prima volta la sua apparizione nel 1346 d.C. nella bassa regione del Volga in Russia, i ricercatori non sapevano se il ceppo altamente virulento del batterio Yersinia pestis che ha causato la mortale pandemia proveniva da una singola fonte o era stato introdotto in Europa più di una volta dai viaggiatori che trasportavano diversi ceppi di peste provenienti da diverse parti del mondo antico.

Ora, analizzando 34 antichi genomi di Y. pestis dai denti di persone sepolte in 10 siti in Europa dal 14 ° al 17 ° secolo (tra cui una fossa comune a Tolosa, Francia), i ricercatori del Max Planck Institute for the Science di storia umana a Jena, in Germania, hanno scoperto che le prime prove conosciute di questa pandemia provengono da Laishevo, nella regione del Volga in Russia. Lì, i ricercatori hanno scoperto un ceppo di Y. pestis che era più antico rispetto a tutti gli altri genomi che hanno studiato, differendo di una sola mutazione da quelli che hanno causato la Morte Nera in Europa, viene riportato oggi su Nature Communications.

Ciò non significa che la regione del Volga sia stata il punto zero di origine per la Morte Nera: la malattia potrebbe essersi originata in un’altra parte dell’Asia occidentale, dove gli scienziati non hanno ancora analizzato il DNA dello Y. pestis. I ricercatori hanno scoperto che una volta che la pestilenza è arrivata in Europa, un singolo ceppo è stato responsabile dell’epidemia di Morte Nera, dall’Italia al Regno Unito. Questo ceppo ha anche dato origine ad altre varianti di Y. pestis che hanno causato epidemie di peste mortali dalla fine del 14 ° al 18 ° secolo. Ciò suggerisce che il batterio è persistito localmente in Europa, forse in roditori ospiti, dove si è evoluto in diversi ceppi che hanno causato successive epidemie.

Fonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...