Il fossile di “bambù” più antico della Patagonia, dell’Eocene, risulta essere una conifera

Un ramo frondoso fossilizzato del primo eocene trovato in Patagonia e descritto nel 1941 è ancora spesso citato come il più antico fossile di bambù e come principale prova fossile per l’origine gondwaniana dei bambù. Tuttavia, un recente esame del Dr. Peter Wilf della Pennsylvania State University ha rivelato la vera natura di Chusquea oxyphylla. Le recenti scoperte, pubblicate in un documento sulla rivista ad accesso aperto Phytokeys, mostrano che in realtà è una conifera.

L’identificazione corretta è significativa perché il fossile in questione era l’unico macrofossile di bambù ancora attribuito all’antico supercontinente meridionale del Gondwana. La più antica prova di microfossile per il bambù nell’emisfero settentrionale appartiene al Medio Eocene, mentre altri fossili sudamericani non sono più antichi del Pliocene.

Negli ultimi decenni, alcuni autori hanno messo in dubbio che il fossile della Patagonia fosse davvero un bambù o addirittura una specie di erba. Ma nonostante il suo significato generale, i riesami odierni dell’esemplare originale non furono mai pubblicati. La maggior parte degli scienziati che vi si riferivano avevano la possibilità di studiare solo una fotografia trovata nella pubblicazione originale del 1941 dei famosi botanici argentini Joaquin Frenguelli e Lorenzo Parodi.

Nel suo recente studio sull’esemplare di olotipo al Museo de La Plata, in Argentina, il Dr. Peter Wilf ha rivelato che il fossile non assomiglia a membri del genere Chusquea o di qualsiasi altro bambù.

Non ci sono prove che abbia nodi di tipo bambù, guaine o legamenti. Le aree che possono assomigliare a qualsiasi aspetto del bambù sono costituite solo dai punti di partenza spezzati alle basi delle foglie divergenti dal ramoscello. Le foglie ricorrenti, che si estendono ampiamente, sono piuttosto diverse dalle foglie tipicamente pseudopetiolate di bambù, e le basi a foglia libera attorcigliate in modo eterogeneo non si trovano in nessuna pianta di  bambù o erba“, ha scritto il dott. Wilf.

Wilf invece ha collegato l’olotipo ai fossili recentemente descritti del genere di conifere Retrophyllum dallo stesso sito fossile, i prolifici fondali lacustri fossili della Laguna del Hunco nella provincia di Chubut, in Argentina. Corrisponde esattamente alla forma distica del fogliame fossile di Retrophyllum spiralifolium, che è stata descritta sulla base di una vasta serie di dati: un insieme di 82 esemplari raccolti sia dalla Laguna del Hunco che dal sito di Rio Pichileufu nella provincia di Rio Negro risalente all’Eocene medio-precoce.

Retrophyllum è un genere di sei specie viventi di conifere della foresta pluviale. Il suo habitat si trova sia nei Neotropici che nel Pacifico occidentale tropicale.

Le prove raccolte confermano fermamente che Chusquea oxyphylla non ha nulla in comune con i bambù. Pertanto, richiede una ridenominazione. Preservando la priorità del vecchio nome, Wilf ha combinato Chusquea oxyphylla e Retrophyllum spiralifolium in Retrophyllum oxyphyllum.

L’esclusione di un genere di bambù del Nuovo Mondo vivente dall’elenco floreale generale dell’Eocene in Patagonia indebolisce il legame biogeografico  della vegetazione tardo-gondwaniana del Sud America del Nuovo Mondo, che ha già mostrato legami molto più forti con la flora vivente del Pacifico occidentale tropicale.

Il più forte segnale del Nuovo Mondo rimasto nella Patagonia dell’Eocene sulla base di macrofossili ben descritti proviene da frutti fossili di Physalis (un genere di piante da fiore tra cui i tomatillos e gli alchechengi), che è un genere interamente americano, conclude il Dr. Wilf.

Fonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...