Gusci d’uovo preistorici forniscono indizi sull’evoluzione dei dinosauri da creature a sangue freddo a creature a sangue caldo

Dal momento in cui i fossili di dinosauro sono stati scoperti per la prima volta, queste creature hanno affascinato allo stesso modo scienziati e gente comune. Nel mondo accademico, i loro resti forniscono importanti indizi del mondo preistorico; nella cultura popolare, i dinosauri hanno ispirato film di successo, come Jurassic Park e King Kong.

Ora, un gruppo di ricerca guidato dal professor Hagit Affek presso l’Istituto di scienze della terra dell’Università ebraica di Gerusalemme, ha svelato un mistero che ha ostacolato i ricercatori per decenni: in che modo i dinosauri hanno iniziato a regolare la temperatura corporea? Erano a sangue caldo o a sangue freddo?

Lo studio di Affek, pubblicato su Science Advances, si basa su un nuovo metodo per misurare le temperature storiche. Chiamato geochimica isotopica aggregata, questo metodo analizza i legami chimici tra isotopi pesanti nei minerali di carbonato di calcio – l’ingrediente principale nei gusci d’uovo. Ciò consente agli scienziati di calcolare sia la temperatura alla quale si sono formati i minerali sia la temperatura corporea della madre che ha deposto l’uovo.

Affek e il suo team hanno applicato questo metodo alle uova fossilizzate di tre distinte specie di dinosauri lungo il percorso evolutivo dal rettile all’uccello e hanno scoperto che la loro temperatura corporea variava da 35 a 40 gradi Celsius. Tuttavia, questa informazione parziale non ha ancora risposto alla domanda se i dinosauri fossero endotermici o esotermici, nel senso che: generavano il loro calore corporeo o si riscaldavano con l’aiuto del sole e del loro ambiente?

Il clima globale durante l’era dei dinosauri era significativamente più caldo di quanto lo sia oggi. Per questo motivo, misurare solo la temperatura corporea dei dinosauri che vivevano vicino all’equatore non ci direbbe se fossero endo o esotermici perché la loro temperatura corporea potrebbe semplicemente essere stata una risposta dell’organismo di animali a sangue freddo ai climi caldi in cui vivevano“, ha detto Affek.

Per affrontare questo problema, il suo team si è concentrato sui dinosauri che vivevano ad alte latitudini come Alberta, in Canada – abbastanza a nord per garantire che le loro temperature corporee calde fossero il risultato di un processo di riscaldamento interno e metabolico piuttosto che riflettere semplicemente il clima circostante.

Per verificare la loro ipotesi, Affek e il suo team avevano bisogno di determinare la temperatura ambientale in Alberta quando vivevano i dinosauri. Ci riuscirono applicando il loro metodo isotopico alle conchiglie di molluschi che vivevano in Alberta accanto ai dinosauri. Poiché i molluschi sono creature a sangue freddo, riflettono il clima ambientale dell’epoca. La temperatura corporea dei molluschi misurava 26° C e mostrava che i dinosauri che vivevano in Alberta erano endotermici; in caso contrario, non avrebbero potuto mantenere una temperatura corporea di 35-40° C.

Quando i dinosauri si sono evoluti, si sono spostati da caratteristiche simili a quelle delle lucertole (a sangue freddo) a caratteristiche avicole (a sangue caldo). “Crediamo che questa trasformazione sia avvenuta molto presto nell’evoluzione dei dinosauri da quando le uova di Mayasaura – una specie di dinosauro simile a una lucertola che abbiamo testato – erano già in grado di autoregolare la loro temperatura corporea, proprio come il loro cugino simile agli uccelli a sangue caldo, il Torrdons“, ha spiegato Affek.

Il fatto che entrambe queste specie, situate alle estremità opposte dell’albero evolutivo dei dinosauri, avessero temperature corporee superiori a quelle del loro ambiente significa che entrambi avevano la capacità di regolare la temperatura interna.

Fonte

Un pensiero su “Gusci d’uovo preistorici forniscono indizi sull’evoluzione dei dinosauri da creature a sangue freddo a creature a sangue caldo

  1. Visto le dimensioni dei dinosauri ed il loro peso, ho pensato che la forza di gravità fosse più debole di oggi. Anche i grandi rettili volanti oggi non potrebbero volare. oggi l’animale più pesante sulla terra è l’elefante, che è più piccolo ed ha quattro zampe. Il volatile più grosso è l’aquila o il condor, molto lontano da rettili volanti del giurassico.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...